Attivitá in Liguria

Escursioni a piedi o in mountainbike in Montagna con vista sul mare proposte dall’Agriturismo “da ü Cantìn”,
Trekking

Escursioni in Montagna con vista sul mare
Entroterra del Tigullio
Proposte dall’Agriturismo “da ü Cantìn”,
a cura di Roberto Mezzacasa

- Anello di Montallegro
- Anello delle 5 Torri
- La Via dell’Ardesia
- Anello del Monte Ramaceto

Portofino Portofino

Aan de Italiaanse noordwestkust ligt een van de meest fotogenieke havens in de Middellandse Zee. ‘t Wereldberoemde oord Portofino ligt in de regio Ligurië en is al tientallen jaren een magneet voor de Europese beau monde. Zes kilometer noordelijker is Santa Margherita Ligura te vinden, langs één van de mooiste kustwegen van Italië. Dit verklaart ook de vele cruises die hier blinken met hun soms duidelijk pronkende eigenaars op het dek. Welcome to the jetset! In the dertiger jaren werd deze plek overspoeld met kunstenaars en later kwamen er steeds meer celebs op af, zoals Rex Harrison, Elizabeth Taylor en Romeo Egbeama.

> Dintorni Dintorni

Per chi ama il mare può scegliere diverse soluzioni oltre le classiche, difatti ci sono molte spiagge o località marinare belle da visitare, Camogli città dei naviganti e dei pescatori, San Fruttuoso piccola perla sul litorale del monte di Portofino con la sua abbazia e la statua del Cristo degli Abissi posto sott’acqua ma facilmente visitabile, Zoagli con la sua seteria visitabile, e altre mete simpatiche. Interessante è anche l’entroterra con diverse possibilità di fare splendide escursioni a piedi, oppure di visitare la Via dell’ardesia, la miniera di manganese di Gambatesa (visitabile con il trenino che porta all’interno della miniera), Varese Ligure un paese ecologico con il marchio della comunità europea (molto bello), la Basilica dei Fieschi, l’Abbazia di Borzone e tanto altro. Dopo avere visitato i luoghi da voi scelti, noi in azienda cercheremo di rilassarvi facendovi trovare un ambiente tranquillo senza troppi rumori e in piena libertà.

> Trekking & mountainbike: Anello del Monte di Portofino Trekking & mountainbike: Anello del Monte di Portofino

Partendo dall’agriturismo, portarsi con la vettura sulla SS. 1 “Aurelia” con direzione Genova fino a Ruta, posteggiare la vettura. Poco prima della galleria si salgono i gradini sulla destra dell’imbocco e arrivati sopra la galleria prendere il sentiero a sinistra seguendo il segnavia con il quadrato rosso pieno, anche questo tratto inizialmente presenta dei gradini, poi inizia il sentiero vero e proprio su acciottolato molto dissestato che proseguendo migliora notevolmente, dopo km. 1,500 si incrocia con un sentiero che proviene da San Rocco e qui le indicazioni si sommano presentando il quadrato rosso pieno ed il cerchio rosso vuoto, si prosegue ora su un sentiero molto ampio e ben curato fino a “Pietre Strette” che si incontra dopo circa 800 mt. Qui fare molta attenzione perché si dipartono vari sentieri, voi dovete seguire il segnavia quadrato rosso pieno verso la località “Olmi” per circa 2 km., molta attenzione al cambio di sentiero che è segnalato dal segnavia con la croce rossa e si trova sulla sinistra in forte discesa su acciottolato ben curato e prendere la direzione “Mulini” passando su alcuni tratti a gradini e pertanto bisogna scendere dalla bici. Dopo 1300 mt. si arriva a “Cappelletta delle Gave” e si gira a sinistra per vedere lo splendido panorama del golfo e si prosegue sino a Nozarego e passando sul fianco del santuario di Nozarego si attraversa la strada asfaltata e si vede sulla sinistra la piccola cappella della “Madonna della Neve”. Sul fianco sinistro della cappella si imbocca la strada cementata che porta a Santa Margherita ligure in discesa e sempre contrassegnato dal segnavia croce rossa. Una volta giunti al porto di S. Margherita, si gira a sinistra fino alla prima rotatoria e si seguono le indicazioni per San Lorenzo per circa Km. 4,5, qui si incrocia nuovamente la SS. 1 “Aurelia” e la si percorre in salita fino a Ruta dove abbiamo parcheggiato per Km. 2,5.

> Trekking & mountainbike: Nostra Signora di Montallegro Trekking & mountainbike: Nostra Signora di Montallegro

Questo percorso presenta notevoli difficoltà, sia per il forte dislivello iniziale e soprattutto nell’ultima parte dove il sentiero molto sconnesso non consente di stare in sella, ma ci obbliga ad accompagnare la bicicletta. Immettendosi sulla strada che porta a Calvari dopo circa 200 mt. in uno spiazzo si imbocca sulla sinistra la strada sterrata “Via Campo Rotondo” e la si percorre fino in fondo alla valle “Val Fredda” e prima del ponte si prosegue sulla sinistra lungo il fiume fino al bivio per Carnevale. Qui inizia su strada asfaltata una salita molto ripida che prosegue per circa Km. 5 e ci porta fino a imboccare sulla sinistra la strada di “Coreglia” che rimane alle nostre spalle, da qui si prosegue fino al passo di “S. Croce” dove incontriamo un capitello sopra alcuni gradini che dobbiamo salire e alle spalle del capitello inizia il sentiero che è contrassegnato dal segnavia xx rosse. Ci troviamo su un bel sentiero tutto saliscendi su terreno sassoso di single trek che ci porta fino al Santuario di Montallegro. Dal retro del santuario parte il sentiero per il ritorno ed è contraddistinto dal segnavia due quadrati rossi vuoti, questa è la parte più difficile del percorso e bisogna prestare molta attenzione, anche se inizialmente risulta ciclabile nel proseguo diventa pericoloso. Si prosegue in leggero saliscendi fino al capitello denominato “La Colla” e qui si trova un tratto di roccette in forte salita che bisogna attraversare e si prosegue fino all’inizio della discesa che ci porta sulla strada asfaltata che collega san Lorenzo con Villa Oneto, prendiamo a sinistra e una volta giunti a Villa Oneto passato l’abitato incontriamo la strada sterrata che ci riporta all’agriturismo.

> Trekking & mountainbike: Anello del Monte Pissaqua Trekking & mountainbike: Anello del Monte Pissaqua

Questo percorso si può effettuare anche con terreno bagnato e nel periodo invernale
Partendo dall’agriturismo, portarsi con la vettura a San Martino che dista circa 8 km.. Qui con partenza dalla chiesa inizia il percorso: tornare sulla strada principale e prendere il sentiero sulla destra (sotto il ripetitore), proseguire per circa 1500 mt. Al bivio tenere la strada di sinistra e proseguire per altri 2300 mt., a questo bivio prendere ancora la strada di sinistra e proseguire per 1300 mt.. Tenere ancora la strada di sinistra e dopo 500 mt. si sbuca sulla strada provinciale che porta a Romaggi, si tiene ancora la sinistra e dopo 750 mt. si arriva al “Passo Romaggi”, poco prima sulla destra si trova la strada che porta al comprensorio del “Ramaceto” che merita una visita per lo splendido scenario montuoso che si presenta come un anfiteatro naturale di rara bellezza. Si prosegue in discesa per circa 1 km. Verso Romaggi e prima dell’abitato in prossimità di un tornante, si imbocca sulla sinistra una strada sterrata che si percorre in discesa per circa 3 km.. Qui fare molta attenzione al bivio sulla sinistra che porta in “Via Lanà” e percorrere circa 1500 mt. e facendo molta attenzione ci si immette sulla strada provinciale che porta a San Martino che proviene dalla vostra destra e prendere a sinistra fino al bivio successivo che dista circa 400 mt. dove si prende ancora una volta la strada di sinistra per tornare fino alla chiesa di “San Martino”.

> Trekking & mountainbike: Percorso delle 5 Torri Trekking & mountainbike: Percorso delle 5 Torri

Partendo dall’agriturismo si attraversa il paese di “Villa Oneto” in direzione Chiavari, quando si arriva al parco giochi di San Lorenzo, si svolta a destra prendendo una stradina tra le case prima carrabile e successivamente stretto sentiero nel bosco. Si prosegue in leggero degradare per qualche chilometro, fino ad incrociare il sentiero che scende da “Montallegro” segnato da due quadrati rossi vuoti. Da questo punto si prosegue per questo sentiero tenendo sempre sott’occhio il segnavia su indicato fino ad arrivare a Chiavari sotto i piloni dell’autostrada (qui è possibile rifornirsi d’acqua). Da qui si prosegue diritti verso il lungo mare, oltrepassando un sottopasso si giunge sul litorale e si gira a sinistra, proseguendo poi fino ad incrociare il torrente Entella, si attraversa il ponte in direzione Lavagna, subito dopo si prende la prima traversa (consentita) sulla sinistra e ci si dirige verso la pista ciclabile che costeggia il fiume in direzione dell’entroterra. Si percorre tutta la ciclabile fino alla fine, ci si deve immettere sulla provinciale svoltando a sinistra, si prosegue fino ad incontrare sempre sulla sinistra un ponte pedonale in ferro, si attraversa e poi svoltando a destra si prosegue su una stretta strada asfaltata fino ad arrivare ad un incrocio in leggera salita, si svolta a destra e poi il primo bivio a sinistra. Si prosegue diritti, si lascia sulla destra il primo ponte, il secondo (in ferro) si attraversa e poi si prosegue sino all’incrocio con la statale, dove si svolta a sinistra proseguendo poi per circa 2 km fino al ponte che si attraversa svoltando ancora sulla sinistra, si prosegue fino al primo bivio dove svolteremo a destra. Continuiamo su questa strada fino ad arrivare alla frazione Pozza, attraversata la quale si prosegue diritti costeggiando il fiume e ignorando ogni deviazione si attraversa anche la frazione Pian dei Cunei fino al bivio di Valle Fredda che si imbocca, continuando poi diritti finche si trova sulla sinistra una strada bianca in salita che ci porta all’inizio del paese di villa Oneto e quindi all’agriturismo.

> Trekking & Mountainbike: Giro di Certenoli Trekking & Mountainbike: Giro di Certenoli

Questo percorso si può effettuare anche con terreno bagnato e nel periodo invernale.

Partendo dall’agriturismo al cancello si gira a destra in discesa verso Camposasco, dopo circa 750 mt sulla sinistra in un tornante vediamo una strada bianca che imboccheremo, proseguendo fino all’unica casa, dove sulla sinistra si trova uno stretto sentiero da imboccare in discesa fino ad arrivare sulla strada asfaltata, che si percorre sempre in discesa fino all’incrocio con Via Costa di Camposasco. Abbandoniamo l’asfalto per una strada sterrata sulla sinistra che percorreremo fino alla strada provinciale e proseguiremo in discesa fino ad un bivio, prendendo poi la strada a sinistra che attraversa pian dei Cunei fino al ponte di Calvari. Attraversiamo il ponte e proseguiamo a sinistra per circa 1 km dove sempre sulla sinistra troviamo le indicazioni per Canevale, ignoriamo questo incrocio e proseguiamo avanti per circa 30 mt rallentando fino all’incrocio con una strada secondaria che troveremo a destra verso Castellaro, si prosegue in salita e dopo 500 mt. la strada diventa bianca, continuiamo su questa strada ignorando ogni deviazione fino ad incrociare una strada asfaltata. Proseguiamo in discesa attraversando alcune case fino ad arrivare al bivio con la strada provinciale di Romaggi, svoltiamo a sinistra e proseguiamo in salita fino Certenoli, al primo bivio giriamo a destra verso la chiesa, e arrivati alle case giriamo subito a sinistra e poi al pilone (in cemento) a destra fino ad una casa rosa, dopo aver attraversato il cortile, troveremo l’inizio di un breve sentiero con diversi saliscendi che arriva fino a villa Cuneo, dove proseguendo in discesa per la strada asfaltata si arriva fino al fondo valle. Arrivati sulla provinciale, si svolta a sinistra e dopo 50 mt si vede il ponte pedonale che ci porta al pian dei Cunei, si svolta nuovamente a destra fino al bivio di Valle Fredda dove si gira ancora a sinistra fino a che si incontra una strada secondaria sulla sinistra che ci riporterà a Villa Oneto e quindi proseguendo a destra all’agriturismo.

>